I Death Cab For Cutie sono una band indie americana formatasi a Washington nel 1997. Il frontman di questo gruppo è Ben Gibbard, affiancato dal chitarrista Cristopher Walla, il bassista Nicolas Harmer ed il batterista Nathan Good. Il loro primo album fu ‘ You can play these songs with cords’, e da quel momento si aprì davanti la band una strada sicuramente in discesa. Infatti dal 1998 al 2000 pubblicarono 2 album, ‘ Something about airplanes’ e ‘ We’ ve the facts and we’ re voting yes’ tanto da affascinare i vari critici musicali. Però durante questo momento positivo, il batterista abbandonò la band, e Dan Gibbard incominciò a suonare la batteria, però per poco tempo. Infatti dal 2000 al 2001 collaborò con il gruppo Michael Schorr, realizzando insieme 2 LP ‘ The forbidden love E.P’ e ‘ The photo album’. Potrebbe darsi che non abbiano molta fortuna con i batteristi, poichè nel 2003 ne cambiarono un altro ancora: si tratta di Jason McGerr. Ma una cosa è certa: esso fu molto utile alla band, infatti è anche grazie a lui che venne alla luce il loro indiscutibile grande successo: ‘ Transatlanticism’, che raggiunse le 225.000 copie vendute nel primo anno dall’ uscita. Successivamente abbandonarono la loro prima casa discografica, la Barsuk, per approdare alla Atlantic Records. Da questa collaborazione scaturì un altro album a mio avviso davvero entusiasmante, ‘ Plans’, che riscosse anch’esso grandi successo, da ricevere persino il Grammy Award per il Miglior Album Alternativo.

Personalmente stimo molto questo gruppo, soprattutto 2 album, ‘ Transatlanticism’ e ‘ Plans’. Per quanto concerne il primo, è il tipico album da ascoltare da soli, in tranquillità, nella propria stanza, per essere al meglio trasportati dalle loro leggere sonorità. Per quando riguarda il secondo, è sicuramente un album più ‘ vivace’, ma sempre molto travolgente.

Insomma, non vi rimane altro che prendere nota e ascoltare la voce rilassante di Ben.

death-cab-for-cutie.jpg