Il Milan esce con le ossa rotte contro la Roma da una gara che per oltre 75 minuti pareva in grado di fare sua. Dopo un primo tempo non esaltante la ripresa si accende, soprattutto grazie ai rossoneri, che creano gioco, occasioni e arrivano al vantaggio grazie a Ricardo Kakà, bravo nell’indirizzare alle spalle di Doni un pallone “sporco” messo al centro da Oddo dopo una bella discesa sulla fascia. Il pareggio arriva al 33esimo al termine di un’azione confusa in area dopo un paio di batti e ribatti che mettono Giuly nella condizione di indirizzare nell’angolo il pallone con una bella girata volante. Chiude i conti Vucinic 3′ più tardi.

Finisce 2-2 l’altro anticipo tra Udinese e Lazio. La Lazio riesce a portarsi in vantaggio già nei primi minti grazie ad un gol di Rocchi. La reazione dei padroni di casa arriva solo nel secondo tempo sugli sviluppi di un calcio d’angolo sul quale Ferronetti si fa trovare pronto. All’80esimo un siluro di Ledesma potrebbe regalare una preziosissima vittoria esterna ala Lazio. Di Natale non è decisamente d’accordo e dopo 6 minuti con un guizzo dei suoi permette alla squadra di pervenire ad un nuovo pareggio.

Dopo l’eliminazione dalla Champions e lo sfogo di Mancini, L’Inter trova tre punti fondamentali contro il Palermo e mantiene i sei punti di distacco sulla Roma. Il vantaggio arriva con Ibrahimovic che sfrutta un assist di Vieira. Una sfortunata autorete di Materazzi riporta i rosanero in partita, ma al 36′ è Jimenez a segnare la rete decisiva che beffa Fontana.

La Fiorentina guadagna punti sul Milan grazie al successo per 3-1 sul Genoa determinato dai gol di Santana, Mutu (splendido tiro all’incrocio da fuoriarea) e Pazzini. L’Atalanta regola per 4-1 l’Empoli, mentre la Reggina liquida con un 4-0 il Siena nell’importante sfida salvezza. CagliariTorino finisce 3-0 con gol di Jeda e doppietta di Acquafresca. Sampdoria-Catania 3-1, mentre Livorno e Parma impattano 1-1.

Nel posticipo la Juventus riesce ad avere la meglio sul Napoli per 1-0 e consolida il terzo posto in classifica. All’Olimpico di Torino la gara è equilibrata per tutto il primo tempo. Nella ripresa la Juve entra in campo rigenerata e gli innesti di Molinaro e Iaquinta risultano decisivi. L’attacante segna al 91′ il gol che consente ai bianconeri di battere i partenopei.

Atalanta Empoli 4-1
Cagliari Torino 3-0
Fiorentina Genoa 3-1
Juventus Napoli 1-0
Inter Palermo 2-1
Livorno Parma 1-1
Roma Milan 2-1
Sampdoria Catania 3-1
Reggina Siena 4-0
Udinese Lazio 2-2