Mugello (Italia)

Il gran premio d’Italia ha sempre un sapore particolare per tutti i piloti italiani ma in particolar modo per uno, che con oggi ha potuto firmare la settima vittoria di fila nel circuito toscano. Questo qualcuno è Valentino Rossi, che vincendo davanti a Stoner e Pedrosa ha consolidato il suo primato in classifica.

Tuttavia la gara di oggi non si può paragonare alle gare combattute che ci eravamo abituati a vedere al Mugello, indimenticabili i duelli Rossi,Capirossi, prima Biaggi e poi Meandri, e quella soddisfazione di vedere sul podio solo le bandiere italiane! Altri tempi possiamo ben dire, perché oggi Rossi nonostante sia partito male, ha vinto in solitaria, lasciando un discreto margine a clienti difficili come Stoner e Pedrosa, che tuttavia nel regno di Rossi non avrebbero avuto grandi occasioni per vincere. Non c’è che dire la gara di Rossi è stata perfetta, ma oggi è il caso di dare spazio anche a tutti gli altri piloti italiani (o quasi), partendo da Alex De Angelis che dopo un avvio di stagione piuttosto in ombra,oggi si è piazzato quarto. Il sanmarinese ha girato con i tempi di Rossi,se non fosse stato per la cattiva partenza e la posizione attardata sulla griglia, sarebbe arrivato sicuramente sul podio.

Loris Capirossi, esperto del Mugello, nonostante la partenza dalla terza posizione è arrivato settimo, dicendosi molto deluso e lamentandosi della sua Suzuki che non gli permette di lottare per il podio.

Andrea Dovizioso nono alle spalle di Capirossi e Nakano, non si dice soddisfatto ma il risultato non è male,perché nelle prove prendeva due secondi dal primo. Ha combattuto con Capirossi per tutta la gara, che ha pure elogiato per la staccata, ma le gomme non gli hanno permesso di andare avanti.

Marco Melandri è caduto, dopo essere stato coinvolto nella rocambolesca caduta di De Puniet. Il ravennate è in un periodo nero, la Ducati non si adatta a lui e in più la sfortuna non gli da tregua; Barcellona è una pista a lui gradita staremo a vedere.

Ora i voti:

Rossi 10, il re del Mugello

Inchiniamoci davanti al re, il Mugello è il suo regno, il primo gradino del podio il suo trono. Finchè correrà Rossi, qui al Mugello sarà difficile che qualcuno prenda il suo posto.

Stoner 9, porta in alto l’orgoglio Ducati

Non dimentichiamo che Stoner corre su una moto italiana e non sarebbe stato bello vedere il monopolio giapponese sul podio del Gp d’Italia. Perciò questo 9 più a lui va alla Ducati, che sul rettilineo è imprendibile e ormai lo sanno pure i bambini,

Pedrosa 8, sempre lì!

Non perde terreno lo spagnolo rispetto ai primi due, è freddo e calcolatore ma se Rossi continua così è meglio che cominci a cercare di vincere.

Alex De Angelis 9, orgoglio italiano

Bella gara per il giovane De Angelis, sul circuito di casa non poteva deludere i fans. Se riuscisse a correre sempre come oggi, sarebbe da podio! Speriamo non perda la grinta nelle prossime gare.

Edwards & Toseland 7, la premiata ditta Yamaha clienti

Bravi tutte e due, con le loro Yamaha clienti riescono a mettere dietro tanti ufficiali! Bravissimo Toseland che per essere alla prima volta al Mugello, ha dato lezione a gente che ci correva da tanto.

Capirossi 6 e mezzo, CERCASI MOTO VELOCE

Questa pista l’ha sempre amata, lui qui è stato protagonista di gare indimenticabili in sella ad Aprilia, Honda, Ducati, ma non si può dire lo stesso in sella Suzuki. E’ troppo brutto lottare per posizioni che non valgano il podio, Loris purtroppo lo sa, ma la Suzuki da quel che si vede no.

Dovizioso 6- , beffato

Protagonista di un bel duello con Capirossi, alla fine viene beffato da Nakano che gli si piazza davanti con un distacco minimo, infatti i due sono arrivati appaiati al traguardo.

Le delusioni: Melandri & Lorenzo

Ormai per Melandri ci abbiamo fatto l’abitudine, ma vedere Lorenzo, dopo tante belle gare, cadere lascia alquanto perplessi! Andava come un matto per non perdere le distanze dai primi, ma era in difficoltà e la forzatura gli è costata molto cara. Avrebbe potuto tranquillamente combattere per il quarto o terzo posto, prendendo dei punti importantissimi per la classifica, ma non accontentandosi è caduto. Peccati di gioventù!

La classifica vede :

Rossi 122; Pedrosa 110; Lorenzo 94; Stoner 76; Edwards 58…

La prossima gara si correrà a Barcellona il 6 giugno, gli spagnoli in casa saranno più agguerriti che mai, sarà sicuramente una gara intensa!

Il mio pronostico vede : 1 Rossi, 2 Pedrosa, 3 Lorenzo.

Un saluto a tutti gli appassionati.