Montmelò (Spagna)

Lo spagnolo Daniel Pedrosa del team Honda Repsol ha vinto sul circuito di casa davanti a Rossi e Stoner,con un grande vantaggio risultato di una partenza strepitosa e una serie di giri da record, che nella prima parte di gara lo portano ad amministrare ben otto secondi di distacco dal diretto inseguitore Casey Stoner. Tuttavia l’aspetto più interessante della gara non sta nella fuga di Pedrosa, ma bensì nella strepitosa rimonta di Rossi, che partendo attardato dalla nona posizione sulla griglia, ha passato tutti i piloti che lo precedevano per poi duellare con Stoner. Rossi ha costruito il sorpasso decisivo nei confronti dell’australiano un giro dopo l’altro standogli dietro e studiandolo, poi a due giri dal termine è stato tutto semplice per il dottore, che anche oggi ha mostrato di essere il migliore nelle staccate. Stoner ha dichiarato di essere deluso perché ha corso col posteriore che scivolava tanto, perciò verso la fine faceva fatica a tenere Rossi dietro. Adesso si trova a cinquanta punti dal primo in classifica piloti (Rossi) , questo dimostra come per lui e per la Ducati lo strapotere dell’anno passato è finito.

Bella gara per Andrea Dovizioso, che ha conquistato il quarto posto dopo aver combattuto alla pari di Rossi e Stoner per gran parte della gara, dietro di lui il solito Edwards, seguito da Toseland che al fotofinish si è messo davanti a Vermulen, dietro di loro si è rivisto Nicky Hayden con le sue solite derapate, ma i tempi belli dei podi sono ormai tramontati. Da non dimenticare la caduta di De Angelis che ha coinvolto Capirossi, il quale oltre al danno di trovarsi con la moto a terra si è fratturato la mano.

I voti di questa gara vedono:

Pedrosa 10, imprendibile

Gara perfetta per il piccolo spagnolo, ha vinto come piace a lui in solitario, senza essere coinvolto nella bagarre. Bella la bandiera che ha portato durante il giro d’onore, lo slogan andava contro i guard-rail che per i motociclisti sono mortali. Ecco un modo contribuire ad una giusta causa, usando la propria fama.

Rossi 9, grande rimonta

Parte nono, arriva secondo. Dice di essersi divertito di più quest’oggi che al Mugello. Ha mostrato quanto possa essere difficile per l’avversario sentirselo alle spalle, ha atteso fino all’ultimo per passare Stoner,demolendolo psicologicamente.

Stoner 7 e mezzo, si può dare di più!

Parte dalla pole e non parte nemmeno tanto bene, viene attardato da Dovizioso, del quale non riuscirà più a scrollarsi e intanto Pedrosa era scappato. Perde all’ultimo il duello con Rossi, benché in difficoltà per il posteriore. Deve darsi da fare se vuole recuperare quei cinquanta punti in classifica che lo distaccano da Rossi.

Dovizioso 7, una bella conferma

Andrea Dovizioso oggi ha mostrato di avere la stoffa giusta per fare bene, ha lottato quasi alla pari con Stoner e Rossi con una moto clienti, il che non è poco. I manager della Honda dovrebbero togliere dalle mani di Hayden la moto ufficiale e darla a lui, che sicuramente la porterebbe più avanti e con molti soldi in meno.

Edwards,Toseland 6 e mezzo, i due della Yamaha clienti

I soliti due che non combattono per il podio, ma portano a casa dei punti importanti per il proprio team e per quegli sponsor che gli permettono di andare avanti.

LA DELUSIONE : Nicky Hayden

Il suo compagno di squadra sembrava su un altro pianeta, ha lasciato un abbisso al secondo, invece lui non va oltre l’ottavo posto. Non sta dimostrando di meritare il posto che copre, la Honda non si è fatta scrupoli anni fa nel mandare via campioni come Barros e Biaggi, cosa aspetta a mandare via ad Hayden?

La classifica dopo oggi vede:

Rossi 142; Pedrosa 135; Lorenzo 94; Stoner 92; Edwards 69

Prossima gara Donington in Inghilterra, giorno 22giugno, un cordiale saluto a tutti quanti.