Terza vittoria consecutiva per l’australiano delle Ducati, Casey Stoner: dopo Donigton, Assen, anche al Sachsenring riesce a mettere tutti dietro, compreso un Rossi in gran forma anche sul bagnato.

Sembra non volersi più fermare il campione del mondo, con le tre vittorie conseguite negli ultimi gran premi si avvicina sempre di più alla testa della classifica, mostrando come la Ducati abbia le carte in regola per poter vincere il mondiale. Stoner e soci, si sono trovati a correre una gara difficile per la pioggia, e a pagarne il prezzo più caro è stato lo spagnolo Daniel Pedrosa. Dopo una partenza perfetta, lo spagnolo era riuscito a mettere un discreto margine tra se e gli inseguitori (circa sette secondi e mezzo in soli quattro giri), ma un banale errore alla prima curva dopo il rettilineo gli è costato una gara fino ad allora perfetta. Scivolando Pedrosa ha perso moltissimi punti preziosi per il mondiale, ma soprattutto la sua presenza a Laguna Seca non è certa poiché si è rotto il dito indice della mano sinistra. A ringraziare Pedrosa sono Rossi e Stoner che oltre ad accaparrarsi la prima e seconda posizione oggi, conquistano dei punti a discapito dello sfortunato spagnolo. Ora Rossi ha conquistato la leadership del mondiale staccando Pedrosa a 16 punti e Stoner a 20.

Ottima gara per Chris Vermulen il quale nonostante sia partito dalla 14posizione è arrivato terzo riconfermandosi un asso delle gare bagnate. Notevole anche la quarta e quinta posizione dei giovani De Angelis e Dovizioso, i quali sono riusciti con due Honda private ad ottenere dei punti, che nemmeno gli ufficiali hanno portato a casa.

Le pagelle:

Stoner 10, di nuovo asso di baStoner: Molti possono pensare che sia di parte a dare sempre molto a questo pilota, ma le ultime tre gare devono zittire tutti. Stoner e la Ducati sono un binomio tremendo.

Rossi 9, il nuovo leader in classifica: E Rossi all’intervista disse “mi dispiace per Pedrosa”… Che non si chieda perché ha un naso lungo alla Pinocchio

Vermulen 8 e mezzo, il re del bagnato: La Suzuki ogni tanto si rivede sul podio, non con Capirossi ma con il giovane australiano ex campione del mondo Superbike.

De Angelis 7, un’altra buona gara: Il sanmarinese sta andando sempre forte, sembra aver trovato il giusto feeling con la sua Honda, sta andando persino meglio dell’altro esordiente Dovizioso.

Dovizioso 6 e mezzo, peccato per le gomme: Purtroppo ha dovuto mollare le sue gomme non l’hanno sostenuto, a inizio gara aveva un gran passo, le Michelin soccombono dopo anni alla Bridgestone!

Guintoli 6, ogni tanto si rivede: era da tanto che in MotoGp non si vedeva un francese davanti un italiano!

Capirossi 6- , finisce un mese di calvario: Torna a punti dopo un mese e mezzo di calvario, Loris purtroppo sta correndo senza andare oltre la settima posizione.

LA DELUSIONE:

Lorenzo: Sempre tanta voglia di fare bene, ma non capisce fino a dove può spingere! La caduta di oggi ne è la prova, questo pilota è davvero un talento ma devo controllarsi altrimenti saranno molte le gare che non finirà.

Melandri: Ormai abbiamo perso le speranze, non fa in tempo a compiere un giro veloce che si trova subito a terra. Anche Meandri e Ducati sono un binomio tremendo, così tremendo che fa schifo!

Appuntamento a domenica 20 luglio nella pista di Laguna Seca (USA) ci aspettiamo una bella gara, su un circuito difficilissimo dove Rossi non ha mai vinto.

Il mio pronostico è: 1Rossi,2Edwards,3Stoner