Arrivano i primi importanti successi azzurri alle Olimpidiadi di Pechino 2008. Il più rilevante evento sportivo è iniziato da due giorni e già arrivano i primi successi per gli atleti della squadra olimpica italiana. Dopo i due argenti ottenuti da Rebellin nel ciclismo e da Pellielo nel tiro a volo, ed il bronzo di Tatiana Guderza nel ciclismo femminile, arriva anche la prima medaglia d’oro olimpica grazie a Matteo Tagliariol nella spada che batte in finale il francese Jeannet per 15-9. Tagliariol in semifinale aveva battuto lo spagnolo Abajo, che poi ha ottenuto il bronzo battendo l’ungherese Boczko. Dopo 48 anni l’Italia torna a vincere l’oro olimpico in questa specialità.
Subito dopo la conquista del primo oro azzurro, Silvio Berlusconi ha telefonato al presidente del Coni Gianni Petrucci, per congratularsi. “Bravi tutti ed in particolare l’atleta. – ha detto il presidente del Consiglio – Complimenti, quella di Tagliariol e’ stata una vittoria entusiasmante: mi sono emozionato molto, ho visto la gara in diretta tv. Spero di farvi molte di queste chiamate nei prossimi giorni”.
Al termine delle finali della seconda giornata l’Italia è quinta nel medagliere olimpico. Superate, tra le altre, la Spagna. Le prime della classifica: In testa la Cina (6 ori e 2 argenti e 0 bronzi), seguita da Corea del Sud (3, 2, 0), Usa (2, 2, 4), Repubblica Ceca (2, 0, 0), Italia (1, 2, 1), Giappone (1, 0, 2), Australia, Olanda e Spagna (1, 0, 1).

Prestazioni incoraggianti anche dal calcio. Infatti la squadra del ct Casiraghi, dopo aver sconfitto l’Honduras nella prima giornata, vince anche contro la Corea del Sud per 3-0 grazie alle reti di Giuseppe Rossi, Rocchi e Montolivo, e si qualifica così con un turno di anticipo ai quarti di finale.