Madrid (Spagna)

Il volo JKK 5022 in partenza da Madrid per l’isola di Gran Canaria, con 173 persone a bordo in fase si è spezzato in due e si è incendiato per un guasto al motore. Il velivolo, intorno alle 14,45, mentre era in fase di decollo si è incendiato il motore di sinistra per poi spezzarsi in due parti, finendo la sua corsa in un prato vicino al terminal T4 dell’aeroporto Barajas di Madrid. Si contano in questo disastro 147 morti e 26 superstiti di cui 19 in condizioni critiche. I soccorsi dei passeggeri si sono rivelati complicati e inizialmente impossibili per via della temperatura infernale che emanava il velivolo in fiamme: essendo carico di cherosene l’aereo impattando col suolo si è incendiato quasi istantaneamente. Il fumo ha circondato l’intero aeroporto, sono stati impiegati più di 400 uomini nei soccorsi.
L’aeroporto Barajas è stato chiuso, sono stati sospesi tutti i decolli e gli atterraggi, la direzione della Spanair ha attivato il protocollo di emergenza.
La Farnesina si è subito attivata per verificare l eventuale presenza di passeggeri italiani a bordo dell’aereo, tuttavia ancora le autorità spagnole non hanno fornito alcuna informazione sui documenti di identità dei passeggeri. Per i familiari è stato attivato un numero d’emergenza per i familiari: 0034 800 400 200