Dopo tre mesi di sosta, ricomincia il campionato di Serie A di calcio.
L’Inter campione d’Italia debutta con un pareggio sul campo della Sampdoria. A Marassi finisce 1-1, risultato tutto sommato giusto per quanto visto nell’arco dei 90 minuti.
Nel primo tempo Sampdoria più presente nella metà campo altrui, ma a passare è l’Inter grazie a Ibrahimovic al 33′. Cassano non brilla, ma i blucerchiati trovano il meritato pareggio con Delvecchio al 68′. Incomincia così l’avventura del campionato italiano di Mourinho sulla panchina dell’Inter.
E’ bastato un tempo all’Udinese per avere la meglio sul Palermo nella partita che ha inaugurato il campionato di Serie A. Al Friuli i bianconeri si impongono per 3-1 grazie a uno strepitoso Di Natale.
Il capitano ha messo a segno due reti meravigliose al 9′ e al 34′. Nella ripresa gli ospiti accorciano con Bresciano, ma subito dopo Inler chiude il match.

Lo splendido esordio di Ronaldinho non basta al Milan per sfuggire dal ko interno col Bologna. Emiliani in vantaggio al 18′ con Di Vaio. Pareggio rossonero al 41′ grazie a un colpo di testa vincente di Ambrosini servito da Ronaldinho. Nella ripresa l’ex blaugrana continua a dare spettacolo, ma Inzaghi e Sheva sprecano. Al 79′ arriva così la rete di Valiani che con una gran botta all’incrocio dei pali realizza il definitivo 2-1.

Finisce 1-1 all’Olimpico la sfida tra Roma e Napoli. Al vantaggio di Aquilani al 26′ del primo tempo risponde al Hamsik al 10′ della ripresa. Poi, nonostante l’espulsione di Santacroce, arrivano le due occasioni sprecate di Lavezzi e quella buttata al vento di Menez.
La Lazio invece passa agevolmente a Cagliari vincendo 4-1 in rimonta grazie alla doppietta di Zarate al 17′ e al 26′, e alle reti di Foggia al 30′ e di Pandev al 39′, che replicano alla iniziale rete di larrivey del Cagliari.
Il Torino supera facilmente l’ostacolo Lecce grazie a un rigore di Rosina, generato da un incomprensibile fallo di mano di Diamoutene in area, ed a quelli di Paolo Zanetti e dell’atteso neoacquisto Rolando Bianchi.

Prima giornata col sorriso per Atalanta, Catania e Chievo, che vincono e conoscono il sapore per loro inusuale del primo posto in classifica. I bergamaschi hanno battuto 1-0 il Siena con un gol di Padoin nel primo tempo. Stesso punteggio quello del “Massimino” con Mascara che affonda il Genoa. I veronesi invece superano in rimonta la Reggina, in una partita decisa dagli episodi e che di certo toglie alla Reggina. Alla rete iniziale di Corradi realizzata su rigore, rispondone quelle di Marcolini, sempre su rigore, e di Italiano.

Finisce 1-1 il match tra Fiorentina e Juventus con Gilardino che risponde a Nedved. La Juve si dimostra inizialmente più attiva, e passa in vantaggio al 39′ con Nedved, abile a sfruttare sotto misura una dormita della difesa viola su un’azione dalla destra di Grygera. Nella ripresa viola subito in avanti alla ricerca del pari, ma la Juventus è sempre insidiosa nelle ripartenze, con Amauri e Del Piero che mostrano già un’ottima intesa. Al 39′ doccia fredda per la Fiorentina, che resta in dieci per l’espulsione di Felipe Melo (doppio giallo). Sembra finita per i viola, ma al 44′ arriva il pareggio di Gilardino che fa esplodere il “Franchi”: l’attaccante controlla un pallone difficile in area, riesce a girarsi vincendo il contrasto con Mellberg e fulmina Buffon da pochi passi.

Sampdoria Inter 1-1
Udinese Palermo 3-1
Milan Bologna 1-2
Roma Napoli 1-1
Cagliari Lazio 1-4
Torino Lecce 3-0
Atalanta Siena 1-0
Catania Genoa 1-0
Chievo Reggina 2-1
Fiorentina Juventus 1-1