Si chiama Chrome ed è velocissimo. L’ultimo browser, quasi una risposta alla nuovissima versione di Firefox, con un tocco di semplicità e velocità, almeno sembra, in più.
Si tratta ancora di una versione beta, ma sembra già in grado di impensierire, per l’ennesima volta, la Microsoft.
Se, fino al 1998, l’Explorer concepito dall’azienda di Bill Gates, aveva visto perdere molte preferenze in favore di quel browser chiamato Netscape, e se, negli anni 2000, la piattaforma Linux aveva creato un nuovo software (Mozilla Firefox), oggi decisamente più diffuso e usato di Internet Explorer, anche dagli utenti meno esperti, da ieri, la Microsoft dovrà guardarsi da un nuovo rivale.
È vero, infatti, che il nuovo Chrome è distribuito dal colosso Google, proprietario della maggior parte dei motori di ricerca del Web.
Arrivano dal Googleplex, quindi, le ultimissime novità nel mondo di internet. Chrome, come spiega Sundar Pichai, Vice President Product Management di Google, è stato creato per avvantaggiare la navigazione in quello che oggi viene definito Web 2.0. Il nuovo software, di conseguenza, non è concepito esclusivamente per consultare le pagine web. È capace, grazie ad una migliore gestione della memoria, di sopportare il peso di diverse pagine di interazione web: Google e Youtube su tutti, ma anche Panoramio, Flickr, Myspace, Facebook e così via.
Oltre alla Microsoft, quindi, Google adesso vuole anche minacciare la supremazia di Firefox, pur essendo, fino al 2011, il suo principale sponsor.
Con questo nuovo software, inoltre, ci sia aspetta anche un decisivo cambio di rotta, da parte di Microsoft e di tutta la concorrenza, per la creazione di browser migliori.
Cosi come Firefox, infine, Chrome è basato sulla filosofia Open Source. È, quindi, modificabile dalla comunità degli sviluppatori.
Sviluppato sulla piattaforma WebKit, Google Chrome sarà disponibile, ancora per qualche mese, esclusivamente per utenti Windows.
È scaricabile gratuitamente da qui, direttamente sulla pagina principale di Google.

[poll id=”4″]