Inizia con una vittoria sofferta e in extremis contro un buon Cipro il cammino dell’Italia di Lippi verso i mondiali del 2010 in Sud Africa.
Il Cipro si è dimostrato una ottima compagine, ben organizzata pur non avendo giocatori di grande rilievo internazionale. Azzurri apparsi in affanno per tutto il primo tempo, complici anche i due infortuni nei primi 15 minuti di Gamberini e Grosso, che hanno costretto Lippi ad effettuare subito due cambi, inserendo Barzagli e Cassetti, modificando così l’assetto difensivo.
I Ciprioti pressano molto e sono molto veloci, ma a passare sono gli azzurri all’8′ grazie a una azione personale di Di Natale.
Ma il Cipro non ci stà, e continua a pressare e a riequilibrare il risultato al 29′ con Aloneftis, che insacca da pochi passi, causa una dormita di Cassetti dopo una delle tante splendide parate di Buffon in questa partita.
Nella ripresa Lippi cerca di risistemare l’assetto tattico della squadra mettendo in campo Gattuso al posto di Toni. E questo cambio ha subito grandi effetti, infatti i ciprioti calano e l’Italia sfiora il gol con Gilardino.
Poi nel finale di gara grande sofferenza per l’Italia, con Cipro che manca due grandi occasioni su palla inattiva. Ma quanto tutto sembrava finito, e un pareggio sarebbe stato più che buono per gli azzurri vista la gara, arriva l’inaspettata rete di Di Natale in pieno recupero, al 91′, che stende Cipro, che per come ha giocato avrebbe sicuramente meritato di più.

Tutto sommato una buona Italia, con un grandissimo Buffon, autore di diverse parate decisive, e Camoranesi, tra i migliori in campo. Da rivedere il reparto difensivo, anche se gli infortuni di Gamberini e Grosso dopo pochi minuti hanno condizionato l’incontro. Ma bisogna comunque dire che l’assenza di Chiellini accanto a Cannavaro si fa sentire, dato che Barzagli, troppo lento e spesso in affanno, al momento non è da nazionale.
Mercoledì si giocherà contro la Georgia, che nel primo incontro è stata sconfitta dall’Eire di Trapattoni.