In questi ultimi giorni la Apple ha rilasciato un importante aggiornamento per il Mac OS X Leopard, che risulta essere necessario in quanto risolve ben 68 falle della versione precedente del sistema operativo, infatti per l’esattezza nella versione 10.5.5 sono presenti 34 patch concernenti la sicurezza, e altrettanti riguardanti la stabilità e l’affidabilità.
I principali problemi risolti riguardano la CPU del MacBook Air che non entrava in stato di idle, ma le patch più importanti riguardano l’ottimizzazione dell’implementazione Apple del DNS, il servizio utilizzato per la risoluzione di nomi di host in indirizzi IP e viceversa, che poteva rivelarsi molto pericoloso in termini di sicurezza.
Altre patch di sicurezza sono state introdotte per le versioni server del Mac OS X, che risolvono principalmente problemi legati a ClamV, l’antivirus open source che fa parte delle dotazioni server di Leopard e Tiger.
Altri aggiornamenti riguardano gli aspetti di stabilità e affidabilità del sistema operativo, in particolare di Address Book e Disk Utility, iCal, il client Mail, MobileMe e Time Machine.

L’aggiornamento di Mac OS X 10.5.5 è consigliato per le versioni Mac OS X Leopard 10.5, 10.5.1, 10.5.2, 10.5.3 e 10.5.4. Per maggiori informazioni visitate la pagina di supporto Apple cliccando qui.