Ecco alcuni dei principali termini utilizzati nella ricerca sulla clonazione:

BLASTOCISTI: stadio di sviluppo dell’embrione dal quale è possibile prelevare cellule staminali;
CELLULA: è l’unità strutturale e funzionale di tutti gli organismi viventi. Ogni cellula contiene l’informazione genetica sotto forma di DNA. Nelle cellule eucariote il DNA è racchiuso nel nucleo. Questo è circondato dal citoplasma e da una membrana che controlla il traffico in entrata e in uscita di varie sostanza;
CLONAZIONE CELLULARE: produzione di un clone cellulare;

CLONAZIONE DI UN ORGANISMO: produzione di un nuovo organismo geneticamente identico all’organismo donatore della cellula, il cui materiale genetico è stato utilizzato per la clonazione. Nelle piante questo processo avviene spesso spontaneamente, ma negli organismi superiori che si riproducono sessualmente, come i mammiferi, questo avviene spontaneamente solo nel caso di una divisione embrionale spontanea, che porta alla formazione di gemelli geneticamente identici.
CLONAZIONE SPERIMENTALE DI UN ORGANISMO SUPERIORE: si può ottenere separando l’una dall’altra le singole cellule derivate da un embrione che si trova in uno stadio di sviluppo precoce (fino a 8 cellule). Ciascuna cellula, da sola, è in grado di formare un intero nuovo organismo e in linea di principio è possibile prelevare le cellule senza danneggiare l’embrione.
CLONE CELLULARE: una popolazione di cellule ottenuta a partire da una singola cellula;

CROMOSOMA: struttura lineare all’interno della quale è organizzato il DNA. Il numero dei cromosomi presenti nel nucleo varia da specie a specie. Nell’uomo i cromosomi sono 23 paia, per un torale di 46 (22 piu” un paio di cromosomi sessuali).
DNA: acido desossiribonucleico. E’ la molecola della vita, nella quale sono racchiuse tutte le informazioni genetiche necessarie alla costruzione di un essere vivente. E’ formato dalle basi azotate A,C,G,T, dallo zucchero desossiribosio e da fosfato.
GENE: è l’unità dell’informazione genetica, la singola regione del cromosoma che racchiude l’informazione specifica per una o più proteine.
GENOMA: è il corredo genetico completo di un organismo. Il genoma umano è l’insieme delle informazioni genetiche contenute nel nucleo.
LIOFILIZZAZIONE: processo che permette di eliminare l’acqua da una matrice organica, come una cellula. Due le tappe principali: la surgelazione, che consente di intrappolare l’acqua sotto forma di ghiaccio, e la sublimazione, che in particolari condizioni di temperatura e pressione permette di estrarla sottoforma di vapore.
NUCLEO: organello interno alla cellula eucariota, circondato da una membrana e all’interno del quale risiede l’informazione genetica (Dna) organizzata nei cromosomi e dalla quale l’attività della cellula stessa viene controllata.
STAMINALE: cellula progenitrice, indifferenziata e il cui sviluppo può dare origine a diversi tipi di tessuti. Sono definite perciò cellule multipotenti o totipotenti. Cellule di questo tipo sono quelle embrionali, ma cellule staminali sono presenti anche nei tessuti adulti.

La clonazione è una tecnica che permette di riprodurre identicamente un frammento di DNA utilizzando la cellula batterica. La tecnica è la seguente: il frammento di DNA viene introdotto nella cellula batterica la quale, riproducendosi velocemente, dà origine a nuove coppie identiche del frammento di DNA. Per clonare un animale bisogna : prendere una cellula somatica dell’animale da clonare, dalla quale si estrae il nucleo, quindi tutto il patrimonio genetico.