Philip Island (Australia)

Dopo un lungo digiuno, ma soprattutto dopo la vittoria del mondiale di Rossi, Casey Stoner in sella alla Ducati ufficiale torna a vincere. Vittoria particolare proprio perché conseguita nel circuito di casa davanti al suo pubblico.

Partito dalla pole position l’australiano della Ducati si è subito portato in prima posizione e da li in poi ha corso in solitario fino al traguardo, imprendibile per Nicky Hayden che ha cercato di stargli dietro invano. Ma la gara interessante, quella che ha entusiasmato tutti gli appassionati, l’ha corsa Valentino Rossi partito dalla dodicesima posizione, dopo una brutta caduta durante la sessiona di qualifica del giorno prima che gli è costata una distorsione al collo. Nonostante il dolore, Rossi ha corso un’altra gara da campione: in pochi giri dalla dodicesima posizione si è posizionato al terzo posto davanti James Toseland. L’ex campione del mondo della Superbike, si è rivelato un osso dure per il Dottore tanto che prontamente ha risposto con un gran controsorpasso, soltanto a metà gara Rossi è riuscito a scalzarlo per poi andare a prendere il secondo posto di Hayden, e concludere la gara con il secondo gradino del podio, che viste le condizioni fisiche vale quanto un primo posto.

Terza posizione per Hayden, dietro il quale c’è stato un gran duello per la quarta posizione con protagonisti Toseland, Lorenzo e Dovizioso. Quest’ultimo dopo esser partito male ha rimontato “alla Rossi”, fino al quarto posto, verso la fine della gara una serie di errori lo hanno costretto ad accontentarsi del settimo posto. Sesto Toseland, quinto Nakano che sul finale si è infilato nel gruppo, quarto Lorenzo compagno di squadra di Rossi. Anonima la gara di Capirossi, che conquista il decimo posto; da stendere un velo pietoso la gara di Marco Melandri, sedicesimo.

Stoner consolida il secondo posto in classifica mondiale con Pedrosa è caduto alla prima curva.

Prossimo appuntamento a Sepang, e anche se il campionato è ormai deciso sicuramente non mancheranno le emozioni della MotoGP.