Sono passati quasi tre mesi dall’approvazione in via definitiva del “Lodo Alfano“, il provvedimento che prevede la sospensione dei processi penali nei confronti delle quattro piu’ alte cariche dello Stato.
Dal giorno della sua approvazione, si e’ discusso e polemizzato parecchio a riguardo, con diversi scontri politici tra chi sostiene l’importanza di tale decreto e tra chi lo definisce un insulto alla democrazia.
Certo, sembra antidemocratico il fatto che “alcuni cittadini sono piu’ uguali degli altri”, infatti il Presidente del Consiglio, il Presidente della Repubblica, il Presidente della Camera e il Presidente del Senato godono ora di una impunita’ cosi’ vasta che, anche se fossero colti sul fatto mentre commettono un reato gravissimo come un omicidio, non solo non potrebbero essere condannati, ma neppure si potrebbe iniziare il processo.

Come forma di protesta a tale decreto, sono state organizzate e si stanno organizzando diverse manifestazioni, ma forse la piu’ concreta e’ quella del partito L’Italia dei Valori di Di Pietro, che ha organizzato una raccolta firme a livello nazionale, che inizierà da domani 11 Ottobre, per ottenere il Referendum abrogativo del Lodo Alfano. Cosi’ facendo si potrebbe sapere il reale parere del popolo italiano riguardo questo intricato provvedimento.