Finisce con un monotono pareggio a reti inviolate la partita tra Bulgaria e Italia valida per le qualificazioni ai mondiali del 2010.
L’Italia di Lippi non ha punto più di tanto, nonostante una prova comunque positiva dell’esordiente Pepe, e l’esordio a una ventina di minuti dal fischio finale di Giuseppe Rossi.
Buona la prova della difesa azzurra, che ha limitato al massimo le sortite offensive del talento bulgaro più pagato, Berbatov.
Il primo tempo ha regalato poco allo spettacolo e Lippi, nella seconda frazione di gara, cambia tre giocatori: fuori Montolivo, Di Natale e Gilardino, dentro Perrotta, Rossi e Toni.
Ma i cambi non hanno spostato più di tanto l’ago della bilancia per gli azzurri che si sono resi pericolosi per due volte nel secondo tempo ma solo con De Rossi e sempre con tiri da lontano.
E’ un punto che consente agli azzurri di rimanere in testa al girone in attesa della sfida di Lecce di mercoledì, contro il Montenegro di Vucinic, dove mancherà Luca Toni squalificato.
Un punto che soddisfa Lippi e gran parte del gruppo azzurro.
Nell’altro incontro del girone Georgia e Cipro pareggiano 1-1.