amauri-juve-milan

Juventus-Milan 4-2. L’atteso big match della sedicesima giornata di Serie A si conclude con una meritata vittoria per i bianconeri che si candidano come i primi avversari dell’Inter per la corsa al titolo. Partita splendida, tra le piu’ spettacoli per vivacita’ di gioco e agoinismo di tutto il campionato. Apre Del Piero su rigore al 16′, pari di Pato al 31′, vantaggio dei padroni di casa con Chiellini al 34′, tris di Amauri al 41′; nel secondo tempo accorciano gli ospiti con Ambrosini al 56′, ma al 69′ Amauri, ancora lui, fissa il risultato sul 4-2. Gli uomini di Ranieri salgono a 33 punti, a -6 dall’Inter capolista. La squadra allenata da Ancelotti si ferma invece a quota 30 e condivide il terzo posto in condominio con il Napoli.

La Fiorentina grazie alla coppia Mutu-Gilardino stende il Catania di Walter Zenga, ancora una volta dimostratosi un po’ troppo remissivo in trasferta. Nel primo tempo i viola fanno la partita ma senza creare grandi problemi alla porta di Bizzarri. Nella ripresa, dopo 11 minuti, un cross di Kuzmanovic viene raccolto da Mutu che batte Bizzari con tirando con il piede destro. ll raddoppio viola si concretizza al 34′ grazie a Gilardino che segna dopo aver scavalcato con un sombrero Bizzarri.

Un bellissimo spettacolo tra Udinese e Lazio. Di Natale, servito in profondità da Quagliarella, beffa Carrizo con un tocco sotto; cinque minuti dopo la coppia udinese sfrutta una disastrosa tattica del fuorigioco attuata dalla Lazio e si invola verso la porta avversaria: Quagliarella, servito da Di Natale, sigla comodamente il 2-0. Nella ripresa olito errore difensivo laziale provocato dallo sbilanciamento in avanti che permette a Di Natale di tirare in porta e di riprendere la respinta corta di Carrizo per il 3-0. Sembra finita ma la Lazio si getta ancora in avanti e trova il meritato goal dell’1-3 con Zarate, dopo un tiro di Pandev respinto da Handanovic. L’Udinese comincia a barcollare, la Lazio ci crede. Diakitè incorna di testa dopo un cross da calcio d’angolo, è il 2-3. Zarate sfiora il pareggio poco dopo, ma è Ledesma a trovarlo con un gran tiro da fuori area.

Dopo novanta minuti di emozioni e capovolgimenti di fronte la Roma è riuscita a conquistare la vittoria ai danni di un ottimo Cagliari guidato, come al solito, da Conti e Jeda. A far sì che i giallorossi si aggiudicassero l’intera posta in palio ci ha pensato Mirko Vucinic che in pieno recupero ha sbrogliato una situazione confusa in area beffando Marchetti. I primi due gol giallorossi sono stati siglati dal capitano Totti e da Perrotta.

L’Inter soffre in casa contro il Chievo ma riesce ugualmente a ottenere la vittoria grazie al solito Ibrahimovic. Una prima parte di gara buona, doppio vantaggio rassicurante con Maxwell e Stankovic, quindi black-out totale coi clivensi che riescono a pareggiare con Pellissier e Bentivoglio; alla fine però ci pensa Ibrahimovic a evitare figuracce casalinghe, siglando la doppietta che va a fissare il risultato sul 4-2 finale.

Vittorie anche per la Sampdoria a Reggio Calabria e per il Palermo in casa sul Siena. Il Genoa si salva in extremis contro l’Atalanta, grazie ad una rete di Sculli.

Bologna – Torino 5-2 (giocata sabato)
7° Barone (T), 48° Volpi (B), 53° Britos (T, Aut.), 55° Di Vaio (B), 62° Di Vaio (B), 68° Bernacci (B, Rig.), 79° Di Vaio (B, Rig.)
Napoli – Lecce 3-0 (giocata sabato)
11° Hamsik (Rig.), 42° Pazienza, 65° Denis
Fiorentina – Catania 2-0
56° Mutu, 79° Gilardino
Genoa – Atalanta 1-1
17° Floccari (A), 86° Sculli (G)
Inter – Chievo 4-2
3° Maxwell (I), 47° Stankovic (I), 51° Pellissier (C), 65° Bentivoglio (C), 79° Ibrahimovic (I), 88° Ibrahimovic (I)
Palermo – Siena 2-0
30° Cassani, 54° Simplicio
Reggina – Sampdoria 0-2
75° Bellucci (Rig.), 81° Padalino
Roma – Cagliari 3-2
39° Tottiv/R), 58° Conti (C), 69° Jeda (C), 77° Perrotta (R), 90° Vucinic (R)
Udinese – Lazio 3-3
9° Di Natale (U), 15° Quagliarella (U), 55° Di Natale (U), 60° Zarate (L), 72° Diakite (L), 85° Ledesma (L)
Juventus – Milan 4-2