telethon

Telethon non ha risentito della crisi economica e gli italiani che hanno telefonato al numero preposto per le offerte durante la maratona Tv, radio e web, sono stati ancora piu’ numerosi dello scorso anno (+11% circa) facendo salire il numeratore delle donazioni alla cifra di 31.056.653 milioni di euro. Un risultato ”formidabile” come lo ha definito la presidente della Fondazione Telethon, Susanna Agnelli al momento della chiusura della maratona, in diretta Tv su Domenica In. La cifra della 19^ edizione di Telethon e’ infatti la piu’ alta mai raccolta finora che ha battuto il precedente record della maratona 2006 che si chiuse con 30,740 milioni di euro. Il record coincide anche con un annuncio fatto dalla stessa Agnelli: ”entra nel cda Luca di Montezemolo e sara’ lui il prossimo presidente quando io andro’ via”. Dei 31 milioni, 13,023 sono stati raccolti attraverso la Bnl che con il presidente Luigi Abete ha consegnato l’assegno con la cifra al momento della chiusura della maratona. Ma la raccolta non finisce questa sera. Fino a mezzanotte del 15 dicembre e’ possibile telefonare dal fisso o inviare un sms al numero 48548. I possessori di carte di credito possono invece chiamare il numero verde 800113377 e dall’estero il numero 00390234980666 fino al 31 dicembre. Fino a quella data la raccolta prosegue anche nei supermercati Sma, PuntoSma, Cityper, Simply e Crai e negli ipermercati Auchan, nei negozi Oviesse e da Bricofer, agli sportelli di alcune biglietterie delle Stazioni Ferroviarie, nelle ricevitorie Sisal e Snai, negli uffici Siae e nelle Agenzie del Territorio, nei centri sportivi e negli studi medici. Il 10 febbraio si possono effettuare donazioni nelle librerie Giunti al Punto. Tutto l’anno e’ invece possibile donare con versamenti bancari o con bonifici sui conti Bnl (c/c 9500 -Iban IT82J0100503215000000009500; c/c 11100 – Iban IT55L0100503215000000011100) e presso gli uffici postali (c/c postale 260000 e 66718131). L’ottimo esito della maratona conclude un anno di grandi successi Telethon. Nel 2008, l’Italia ha raggiunto il primo posto per i risultati ottenuti nella terapia genica con 12 bambini curati da un deficit ereditario del sistema immunitario (Ada-Scid). Dopo il primato raggiunto dall’Istituto Telethon per la Terapia Genica (Tiget), la terapia e’ stata usata quest’anno dall’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (Tigem) anche per trattare i primi casi di una forma di cecita’ ereditaria chiamata amaurosi congenita di Leber. L’obiettivo ora e’ curare con questa terapia anche malattie acquisite e non genetiche, le prime a entrare nel mirino dei ricercatori Telethon, sono la talassemia e l’emofilia. Il prossimo passo sara’ far diventare intelligente, mirata, la terapia genica in modo che vada a curare solo le cellule malate, allargando ancora di piu’ il campo di applicazione. Non solo malattie genetiche, ma anche in questo caso malattie acquisite, come cancro, malattie neurodegenerative e di ridotta vascolarizzazione. Inoltre, si punta a orientare i progetti alla cura della sclerosi laterale amiotrofica (Sla) alla luce anche della recente scoperta frutto di uno studio finanziato da Telethon che ha identificato nei muscoli il nuovo bersaglio per diagnosi e cure.

Cenni storici:

La prima telethon (contrazione di television marathon) nacque nel 1966 negli Stati Uniti d’America su iniziativa dell’attore Jerry Lewis con il fine di raccogliere fondi per la ricerca sulla Distrofia muscolare. Nel corso degli anni il termine è diventato di uso generale e si riferisce ad una qualsiasi trasmissione televisiva della durata di ore, o persino di giorni, mirata alla raccolta di donazioni. La trasmissione, di cui esistono analoghi in molti paesi europei, si compone di stacchi di varietà, cantanti, musicisti, attori comici e altri artisti e ospiti inframmezzati da richieste di donazioni e approfondimenti giornalistici. Il telethon di maggior successo al mondo, per quanto riguarda i fondi raccolti, è la trasmissione di 25 ore nell’Australia occidentale diretta da Seven Perth a favore dell’ospedale Princess Margaret Children di Perth.

In Italia Telethon indica comunemente la trasmissione della durata di 60 ore, in onda sulle tre reti Rai, che si svolge il secondo fine settimana di dicembre per la raccolta di fondi destinati alla ricerca sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche. Telethon è anche il nome dell’associazione senza fini di lucro che organizza l’evento televisivo e gestisce i fondi raccolti. L’iniziativa è nata nel 1990, promossa dall’unione italiana lotta alla distrofia muscolare Uildm, utilizza in licenza il marchio dell’omonima trasmissione televisiva francese organizzata fin dal 1978 dall’Associazione francese contro le Distrofie, la quale è una di quelle che raccolgi più fondi in Europa.