piramide_alimentare

Durante i mesi invernali, spesso la tendenza è quella di assumere un quantitativo maggiore di alimenti, rispetto ai mesi estivi dove le alte temperature esterne scoraggiano l’assunzione di cibo caldo. Durante l’autunno e l’inverno invece si ha più l’esigenza di scaldare l’organismo. E’ d’obbligo però ricordare che le calorie introdotte in più , vengono comunque depositate sottoforma di riserva nel tessuto adiposo e, se è vero che d’inverno solitamente si riduce l’attività fisica, che diventiamo più sedentari rispetto all’estate, che il freddo non si sente più come una volta grazie al riscaldamento di case e uffici, non dovremmo aumentare la quantità di calorie giornaliere. Quindi la nostra alimentazione in termini di ripartizione calorica e dei nutrienti, dovrebbe rimanere pressappoco la stessa. Per mantenere una buona temperatura corporea e sentire meno il freddo, senza eccedere nelle calorie, dovremmo cercare di assumere alimenti caldi, preferibilmente liquidi, in quanto i liquidi trattengono il calore più a lungo delle sostanze solide, quindi via libera a minestre e zuppe a base di verdure, legumi e riso, che scaldano di più che un piatto di pasta, infusi e tisane, magari dolcificati con poco miele. Molto importante continuare ad assumere frutta e verdura, in quanto sono cibi che apportano rilevanti quantità di sali minerali e vitamine, essenziali per aumentare le difese dell’organismo per prepararsi all’attacco di influenze e raffreddori. Attenzione invece all’apporto di grassi di origine animale (saturi), dei quali si eccede solitamente durante l’inverno, grazie a pranzi di Natale, cenoni di Capodanno, feste di Carnevale e chi ne ha più ne metta! Inoltre cerchiamo di sfruttare comunque la stagione invernale per camminare, superiamo la pigrizia almeno un paio di volte a settimana, ne gioverà la nostra salute, ma anche il nostro umore!