egittoAlla ricerca della tomba perduta di Marc’Antonio e Cleopatra. E’ la missione di un team di archeologi egiziani e domenicani che sono convinti di aver finalmente individuato l’esatta posizione del mitico sepolcro. La X che segna dove scavare è dunque tracciata presso il tempio di Tabusiris, 30 chilometri a nord di Alessandria. I lavori inizieranno la prossima settimana. Inutile dire che se la spedizione avrà successo si ritroverà tra le mani la scoperta archeologica del secolo. Nessuno, infatti, può dire con certezza che Marc’Antonio e Cleopatra siano stati davvero seppelliti insieme, nonostante le affermazioni di Plutarco. “Non c’é nessuna prova nel mondo antico che confermi le parole di Plutarco”, sottolinea Michael Whitby, professore della Warwick University. “Non ci resta altro che domandarci – prosegue Whitby – se l’astuto Ottaviano, il cui oliato apparato propagandistico aveva preso di mira il ‘degenerato’ Antonio e la sua amante straniera, avrebbe mai davvero dimostrato loro tale rispetto”. Come dire: il sepolcro congiunto del triumviro e della sovrana egiziana non é altro che un mito. Ma Zahi Hawass, direttore del Consiglio Superiore per le Antichità egiziane, e Kathleen Martinez, parte del team domenicano, non la pensano così. “Questa è la nostra teoria”, ha detto Hawass, il primo a indicare il tempio di Tabusiris come il luogo della mitica tomba, “e noi stiamo cercando di dimostrarla. Gli altri sono liberi di non essere d’accordo”. Per la Martinez, poi, la scoperta l’anno passato di dieci mummie di personaggi nobili non fa altro che rafforzare l’ipotesi. Ma non solo. Gli archeologi hanno recentemente estratto dal tempio di Tabusiris una statua di bronzo della dea Afrodite, una testa d’alabastro raffigurante proprio la regina Cleopatra e una maschera funeraria che si pensa appartenere a Marc’Antonio, nonché 22 monete con inciso il volto della sovrana d’Egitto. Ritrovamenti che oltre a suonare come un incoraggiamento a imbracciare vanga e piccone rinverdirebbero il mito della bellezza di Cleopatra. “I reperti indicano che la regina non era affatto brutta”, ha detto al Times Hawass. Che ha aggiunto: “Il ritrovamento della tomba di Marc’Antonio e Cleopatra sarebbe più importante della scoperta del sepolcro di Tutankhamun”.