Festa scudetto rimandata come minimo alla prossima settimana per l’Inter: gli uomini di Mourinho falliscono infatti il primo dei match point a loro disposizione, facendosi rimontare per due volte sul terreno del Chievo e chiudendo l’incontro sul punteggio di 2-2. Stasera il Milan, battendo la Juventus nel posticipo, avrà dunque la possibilità di portarsi a -5 dai rivali, a tre giornate dalla conclusione del torneo. In zona Champions sembra quasi fatta per la Fiorentina, che passa a Catania e porta a tre i punti di vantaggio sul Genoa, salvato allo scadere contro l’Atalanta da un gol di Criscito.
Provvidenziale rimonta della Roma a Cagliari, grazie alla quale i giallorossi restano la squadra favorita per l’ultimo posto Uefa, mettendo probabilmente fine ai sogni europei dei sardi, comunque protagonisti di una stagione superiore ad ogni aspettativa. Del pari dei giallorossi non apporofitta il Palermo, che anzi cade a sorpresa nella sfida contro il Siena e ora deve guardarsi le spalle dalla rimonta dell’Udinese. Sempre molto incerta la lotta per la salvezza, con il pari (un rigore a testa) dell’Olimpico tra Torino e Bologna, del quale non però ad approfittare il Lecce, fermato sull’1-1 tra le mura amiche dal Napoli.
Milan e Juve pareggiano per 1-1 nel posticipo della 35.a giornata, e tra i due litiganti.. fa festa solo l’Inter.
La Juve esce imbattuta da San Siro, dove il Milan non riesce ad andare oltre l’1-1. Le reti nella ripresa: apre Seedorf, risponde Iaquinta. I rossoneri salgono a 71 punti, sette lunghezze sotto la capolista Inter, i bianconeri sono a +3 dalla Fiorentina che occupa il quarto posto.
Nel primo tempo si resta sullo 0-0, con i bianconeri ad avere le occasioni più pericolose con una girata al volo di Camoranesi, un Marchionni che sbaglia solo di fronte a Kalac, un sinistro di Poulsen fuori misura e due rigori reclamati da Iaquinta ed Amauri. Per i padroni di casa una girata di Inzaghi, un tiro di Kakà e poco più, nonostante la continua impressione di poter pungere in qualsiasi momento.
Nel secondo tempo la partita si infiamma al 12′: Favalli lancia Inzaghi che si fa di corsa metà campo e crossa per Ambrosini che devia ciccando quasi il pallone, che invece finisce a Seedorf. L’olandese deve solo spingerlo in rete. Tre minuti dopo Camoranesi crossa da destra per la testa di Iaquinta, l’attaccante di forza anticipa Flamini e mette alle spalle di Kalac per l’1-1 che sarà definitivo.

Sampdoria – Reggina 5-0 (giocata ieri)
1° Dessena, 31° Dessena, 36° Delvecchio, 46° Marilungo, 52° Pazzini
Lazio – Udinese 1-3 (giocata ieri)
56° Rocchi (L), 60° Floro Flores (U), 69° D’Agostino (U), 86° Quagliarella (U, Rig.)
Atalanta – Genoa 1-1
9° Valdes (A), 90° Criscito (G)
Cagliari – Roma 2-2
34° Matri (C), 58° Acquafresca (C), 63° Totti (R), 68° Perrotta (R)
Catania – Fiorentina 0-2
11° Jovetic, 90°+3 Zauri
Chievo – Inter 2-2
3° Crespo (I), 27° Marcolini (C), 65° Balotelli (I), 73° Luciano (C)
Lecce – Napoli 1-1
33° Pià (N), 44° Zanchetta (L, Rig.)
Siena – Palermo 1-0
60° Calaiò
Torino – Bologna 1-1
37° Rosina (T, Rig.) 86° Di Vaio (B, Rig.)
Milan – Juventus 1-1
Seedorf; Iaquinta