giuseppe rossiGli azzurri cominciano bene la Confederations Cup: nel primo tempo vanno sotto nonostante la superiorità numerica (rigore di Donovan). Nella ripresa Rossi cambia la partita realizzando una grande doppietta. In gol anche De Rossi.
Primo tempo ricco di episodi. Gli Stati Uniti sorprendono la difesa azzurra in un paio di occasioni, ma Bradley e Altidore steccano le conclusioni a tu per tu con Buffon. Passata la mezz’ora, però, gli americani restano in dieci. Clark viene punito con il cartellino rosso dall’arbitro cileno Pozo per un brutto fallo a centrocampo su Gattuso: il giocatore statunitense, in ritardo sul pallone, colpisce il milanista proprio sul ginocchio infortunato. La superiorità numerica non scoraggia gli Usa, anzi. La difesa azzurra continua a balbettare. Altidore fa venire il mal di testa a Chiellini che non può far altro che stenderlo in area, rischiando persino l’espulsione. Sul dischetto si presenta Donovan che spiazza Buffon. Si va al riposo con gli Stati Uniti in vantaggio nonostante l’uomo in meno.


L’inizio della ripresa non promette nulla di buono per la nostra Nazionale. Gli Stati Uniti corrono di più e non concedono spazi. Al 58′ Lippi capisce che è il momento di cambiare: fuori Gattuso e Camoranesi, dentro Montolivo e Giuseppe Rossi. L’attaccante del Villarreal ci mette una manciata di secondi a entrare in partita. Ruba palla sulla trequarti, scatta verso la porta di Howard e lo fulmina con un sinistro terrificante che si infila sotto l’incrocio. E’ la reazione che tutti si attendevano. Gli azzurri, a questo punto, hanno più spinta e cercano di vincere la gara. La pressione, però, non produce grosse occasioni da rete. Ci vuole un’altra bomba da fuori, stavolta di De Rossi, per siglare il 2-1: il centrocampista della Roma sorprende dalla distanza Howard con un bolide a incrociare sul palo più lontano. Nel finale ancora qualche brivido per Buffon su un colpo di testa di Kljestan, dopo che Donovan aveva invano chiesto il rigore per un intervento scomposto ai suoi danni in area di Legrottaglie. Giuseppe Rossi e Toni sbagliano un paio di facili occasioni. Sembra finita, ma c’è ancora il tempo di applaudire un numero di Pirlo, che scende sulla sinistra e scodella un pallone delizioso a centro area per Giuseppe Rossi: destro al volo e prima doppietta in azzurro per l’attaccante del Villarreal. Finisce 3-1. L’Italia soffre, vince e risponde a Spagna e Brasile anch’esse vittoriose rispettivamente contro Nuova Zelanda e Egitto.