Formula 1 - Circuito Hungaroring - UngheriaLa svolta del mondiale 2009 di Formula 1 è avvenuta in Ungheria. Al circuito dell’Hungaroring, sembra aver assistito a una gara di altri tempi. McLaren e Ferrari ai primi posti, giù in fondo le sorprese dell’anno, che sembrava dovessero dominare fino alla fine del mondiale.
Vince Hamilton, ma vince anche la McLaren e, soprattutto, il kers, il sistema di recupero dell’energia cinetica, fondamentale domenica.
Delusione per “i più forti” del momento. Button ha chiuso la sua gara in settima posizione, guadagnando solo due punti. Vettel è stato costretto al ritiro. Solo terzo Webber, che comunque supera il compagno di squadra in classifica generale.
E delusione anche per Alonso che, partito dalla pole, ha mantenuto la prima posizione fino al dodicesimo giro. Costretto a rientrare ai box, il team della Renault ha montato male una ruota dello spagnolo che, al sedicesimo giro, si è ritirato dalla corsa.
Ne ha approfittato Hamilton. Dopo la discreta partenza, il britannico si è ritrovato in terza posizione e ha superato Webber. Grazie al kers e alla sua monoposto, è riuscito a riportarsi dietro il leader della gara e la fortuna l’ha premiato, quando Alonso si è fermato ai box.
Da allora, Hamilton non ha perso più la testa della gara.
Al primo giro di soste, il campione iridato è riuscito a mantenere la sua posizione, precedendo Raikkonen e Webber. Il finlandese, entrato ai box insieme all’australiano della Red Bull, grazie ha una sosta più rapida, ha guadagnato la seconda posizione.
Dopo Webber, Kovalainen, Rosberg, Glock, Trulli, Button, Piquet e Nakajima.
La gara è proseguita, fino alla fine, con pochi sorpassi, causati quasi esclusivamente dalle fermate ai box.
Una gara un po’ spenta, quindi, ma che consente alla McLaren di prendersi delle rivincite e di sperare in una crescita continua.
Tutti i pensieri della giornata sono stati per Massa, costretto a non partecipare alla gara dopo il brutto incidente delle qualifiche.
La classifica mondiale, comunque, non ha subito grandi variazioni. Button rimane al comando con 70 punti, seguito da Webber (51.5), Vettel (47), Barrichello (44), Rosberg (25.5) e Trulli (22.5). il vincitore della gara, Hamilton, rimane indietro con soli 19 punti, preceduto dallo sfortunato Massa (22).
Nella classifica costruttori, la Brawn, con 114 punti, viene per la prima volta impensierita dalla Red Bull (98.5). Terza la Ferrari, con solo 40 punti.

Di seguito, l’ordine di arrivo del gran premio:

1. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1h38:23.876hamilton_podio_ungheria
2. Raikkonen Ferrari (B) + 11.529
3. Webber Red Bull-Renault (B) + 16.886
4. Rosberg Williams-Toyota (B) + 26.967
5. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 34.392
6. Glock Toyota (B) + 35.237
7. Button Brawn-Mercedes (B) + 55.088
8. Trulli Toyota (B) + 1:08.172
9. Nakajima Williams-Toyota (B) + 1:08.774
10. Barrichello Brawn-Mercedes (B) + 1:09.256
11. Heidfeld BMW Sauber (B) + 1:10.612
12. Piquet Renault (B) + 1:11.512
13. Kubica BMW Sauber (B) + 1:14.046
14. Fisichella Force India-Mercedes (B) + 1 giro
15. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari (B) + 1 giro
16. Buemi Toro Rosso-Ferrari (B) + 1 giro