CZECH REPUBLIC MOTORCYCLING GRAND PRIXSembra che il motomondiale sia ormai deciso. Con cinquanta punti di vantaggio sul compagno di squadra e con Casey Stoner bloccato in Australia da misteriosi problemi fisici, Valentino Rossi sta per mettere il titolo in tasca.
Era nell’aria da diverso tempo ormai. L’esperienza del Dottor Rossi unita alla sua M1, quest’anno imbattibile, sono un’accoppiata vincente. E dopo aver dimostrato la sua superiorità nelle sfide con gli avversari, ora Valentino taglia il traguardo da solo. È sufficiente far impensierire Jorge Lorenzo per farlo sbagliare e metterlo ko.
È quello che è successo durante il gran premio della Repubblica Ceca. Il circuito di Brno è uno dei preferiti di Rossi, qui ha vinto alcune fra le più appassionanti bagarre della storia del motociclismo. Ma quest’anno è bastata una staccata.
Fin dalla partenza, Valentino ha imposto il suo ritmo. «Non è un caso – sottolinea – se io cerco di dare il massimo in gara: conta esclusivamente quello, non fare il miglior tempo il sabato mattina. Noi nelle prove lavoriamo, modifichiamo, facciamo esperimenti, poi la domenica mettiamo tutto insieme per essere al massimo della competitività».
Rossi sapeva di dover fare la gara perfetta, di dover sfruttare ogni centimetro di pista per battere il compagno di squadra. Ed è andata proprio così.
Valentino ha conquistato subito la testa della corsa e, subito dietro di lui, si sono piazzati Pedrosa e Lorenzo. La bagarre non ha tardato ad arrivare. Il giovane pilota della Yamaha ha, però, dimostrato subito la superiorità della sua moto, sottolineando ancora una volta la crisi del team ufficiale della Honda.
Superato Pedrosa, Lorenzo ha puntato Valentino Rossi, e i due hanno creato il vuoto dietro di loro. A sei giri dalla fine, il sorpasso e l’inizio della breve sfida, durata un solo giro. Alla tornata successiva, infatti, una staccata di Rossi ha costretto il compagno a forzare troppo la traiettoria della curva, rendendo nulle le possibilità di tenere la sua moto in piedi.
Con Lorenzo fuori dai giochi, Rossi ha terminato i suoi ultimi giri in solitaria.
La classifica del mondiale ora parla chiaro. Valentino è primo, a quota 212 e un vantaggio di cinquanta punti su Lorenzo (162). Terzo Stoner (150), quarto Pedrosa (135).