lega-calcioIl Milan crolla subemdpo 4 reti nel derby interno. Sconfitta umiliante e si spengono d’improvviso le tante, troppe chiacchiere fatte dopo il successo esterno con il Siena che sembrava di colpo aver ribaltato tutti gli equilibri. I rossoneri di Leonardo lanciati e i nerazzurri di Mourinho in difficoltà. Il pareggio interno con il Bari di Zanetti e compagni aveva alimentato questo rumore di fondo, ma la gran parte degli osservatori sembravano ignorare come anche lo scorso anno i nerazzurri fossero partiti con l’identico risultato di pareggio. Sappiamo tutti come è andata a finire.
Pioggia di gol dunque sul Milan di Leonardo, colpevole nel non avere pronte alternative ad un Gattuso dolorante per 20 minuti ed infine costretto alla resa alla mezzora del primo tempo. L’Inter controlla agevolmente la sfuriata iniziale dei rossoneri in maniera ordinata, poi colpisce con le triangolazioni e la classe dei suoi nuovi acquisti: Thiago Motta e Diego Milito. Wesley Sneijder gioca dall’inizio e si fa subito notare.

Diego Ribas da Cunha può fregiarsi l’appellativo di fenomeno: due partite ufficiali con la maglia della Juve, due gol e un assist. I sei punti della Vecchia Signora in due partite di campionato sono roba sua, o quasi. Oggi contro la Roma il brasiliano ha mostrato tutto il suo repertorio: tanta fantasia in testa, baricentro basso per resistere alle spallate degli avversari, precisione da cecchino sotto porta. Un gol, il primo, con un misto di potenza e fantasia; l’altro con un preciso tiro dopo una serie di finte ubriacanti ai danni di Mexes. Roma al tappeto, generosa ma, di fatto, inferiore a questa Juve. A segno per i giallorossi De Rossi, mentre il terzo gol juventino è stato firmato da Felipe Melo, altro uomo chiave della campagna acquisti bianconera.

Il Genoa va a prendersi il successo per 0-1 sul difficile campo dell’Atalanta, sfondando con un gol del difensore Moretti. I cugini blucerchiati schiantano l’Udinese di Marino per 3-1: Di Natale non basta, Pazzini, Mannini e Cassano affondano i friulani, con il talento di Bari che si permette di sbagliare un rigore. In vetta c’è anche la Lazio, che in questo inizio di stagione sa solo vincere: vittima di turno è il Chievo, sconfitto in casa per 1-2 da una doppietta del redivivo Cruz. Di Pellissier il gol clivense.

Il Parma coglie la prima vittoria in campionato e vola a quattro punti, battendo in casa la rivale Catania: gol di Paloschi e del nuovo acquisto Galloppa. Per gli etnei in rete Biagianti. Gli fa compagnia la Fiorentina, che batte per 1-0 il Palermo, con rete di Jovetic. Chiudono il quadro le belle vittorie del Napoli, contro il Livorno, e del Siena, sul campo del Cagliari. Quagliarella show al San Paolo: gli azzurri superano 3-1 Lucarelli e company. Con lo stesso risultato si impone il Siena di Calaiò, autore di un’importante doppietta al Sant’Elia.