l'era glaciale 3Terzo capitolo della saga glaciale: divertente e condito di riferimenti alti, con un uso superfluo del 3D. L’Era Glaciale 3 continua a dominare il botteghino cinematografico italiano, in attesa di altri titoli forti in arrivo dalle prossime settimane.
Trama: Manny e Ellie stanno per avere un bambino e la novità sembra sconvolgere qualche equilibrio. Diego sente di non avere più lo smalto di una volta mentre Sid desidera sperimentare la “maternità” a tutti i costi, anche se si tratta di dover badare a tre cuccioli di dinosauro nati da uova trovate per caso. Una nuova avventura al salvataggio proprio di Sid e l’incontro con un nuovo personaggio (Buck) serviranno a riunire il branco. Arrivato al terzo episodio il franchise della Blue Sky non perde troppi colpi, almeno rispetto al primo sequel, ma si trasforma da film ad episodio televisivo allungato. La trilogia che ha dato vita (e denaro) ad un nuovo studio di animazione in CG si è trasformata in una serie, dove ad ogni nuova puntata il cambio di ambientazione (e magari l’inserimento di nuovi personaggi) servono a dare nuovo interesse. Anche gli intermezzi slapstick di Scrat, affiancato ora da Scrattina, non mutano in nulla e rimangono un piacere viscerale da somministrare ogni qualvolta la trama principale comincia ad appiattirsi. La necessaria novità di questo terzo film è anche la cosa migliore. Il personaggio di Buck (in originale doppiato da Simon Pegg), un furetto rimasto per troppo tempo in una zona incontaminata a contatto con i dinosauri e ormai totalmente impazzito come un reduce di guerra, è un vero e proprio portatore di caos e sebbene non costituisca nulla di rivoluzionario è capace di regalare momenti imprevedibilmente divertenti….

Ma intanto il discusso documentario presentato a Venezia, Videocracy, dell’italiano trapiantato in Svezia Erik Gandini, conquista la quarta posizione e una media per sala piuttosto alta (3.032 euro in 70 sale). Al secondo posto un’altra nuova uscita, il catastrofico “Segnali dal futuro” mentre “La custode di mia sorella” è solo ottavo e “L’ultimo ultras” undicesimo. Complessivamente, rispetto al week end scorso il botteghino resta stabile ma, rispetto all’analogo week end dello scorso anno, cresce del 26%.

Ecco i dieci film più visti nel fine settimana, secondo la classifica Cinetel che monitora l’85% del mercato:

  1. L’era glaciale 3 – L’alba dei dinosauri
  2. Segnali dal futuro
  3. Ricatto d’amore
  4. Videocracy
  5. Il Messaggero
  6. Cherì
  7. Sex Movie in 4D
  8. La custode di mia sorella
  9. Harry Potter e il principe mezzosangue
  10. Fà la cosa sbagliata