nobel-fisica_2009Il Premio Nobel per la Fisica è stato assegnato a Charles K. Kao, Willard S. Boyle e George E. Smith per le ricerche sulle fibre ottiche.
Kao, nato a Shangai, ha ottenuto la cittadinanza britannica e quella statunitense. A lui va la metà del premio. Boyle, è cittadino canadese e statunitense, come statunitense è anche Smith. A loro due l’altra metà del l’ammontare del premio.
Il riconoscimento è stato assegnato ai tre fisici per i loro «risultati rivoluzionari nel settore della trasmissione della luce nelle fibre per la comunicazione ottica e per l’invenzione di un circuito semiconduttore di imaging, il sensore CCD».

Kao, che è nato nel 1933 e ha vinto metá del premio Nobel di quest’anno, lavora presso gli Standard Telecommunication Laboratories di Harlow, in Gran Bretagna, e all’Universitá cinese di Hong Kong. Si è laureato nel 1965 in Ingegneria elettronica in Gran Bretagna, nell’Imperiale College di Londra. In pensione dal 1996, ha condotto le ricerche che lo hanno portato al Nobel
negli Standard Telecommunication Laboratories di Harlow e contemporaneamente ha insegnato nell’Università Cinese di Hong Kong
Willard Sterling Boyle è nato nel 1924 in Canada, ad Amherst, e nel suo Paese di origine si è laureato in Fisica nel 1950, presso la McGill University. In pensione dal 1979, ha diretto la
Divisione sulle Comunicazioni degli statunitensi Bell Laboratories.
Smith è nato nel 1933 a White Plains. Si è laureato in Fisica nell’università di Chicago nel 1959 ed ha lavorato nei Bell Laboratories fino al pensionamento, avvenuto nel 1986.
Boyle e Smith sono considerati i “papà” dei sensori per le videocamere e fotocamere digitali. Lavoravano insieme alla At&T quando svilupparono un semiconduttore capace di replicare un’immagine.

Tutti e tre i Nobel della Fisica premiati hanno anche la cittadinanza americana e tutti e tre
hanno condotto in aziende private le ricerche che hanno aperto la strada alle comunicazioni del futuro, basate sull’uso delle fibre ottiche.