chielliniA Cesena l’Italia batte 1-0 la Svezia echiude con una vittoria il 2009. Il 4 dicembre in programma i sorteggi del mondiale. Come previsto Lippi manda in campo un’Italia sperimentale. Senza Buffon e Cannavaro, rimandati a casa dal ct, spazio a Marchetti e a Maggio, alla prima assoluta con la maglia azzurra. A centrocampo Lippi lancia dal primo minuto Biondini e Candreva, alla seconda presenza dopo le buone prestazioni contro l’Olanda, a cui si aggiungono Montolivo e Marchionni. In attacco Pazzini e Di Natale. La Svezia, priva di Ibrahimovic, parte forte, al 3’Hysen elude il fuorigioco e si presenta davanti a Marchetti, che è bravo ad opporsi alla conclusione ravvicinata dello svedese. Dopo qualche incertezza iniziale gli azzurri conquistano campo. Al 20′ Biondini sbaglia una facile occasione, dopo un bel tiro al volo Di Natale respinto da Isaksson: il tiro a botta sicura del centrocampista finisce incredibilmente fuori. L’Italia spinge e passa al 28′. Angolo di Montolivo, Pazzini devia di testa sul secondo palo dove irrompe Chiellini che mette dentro di testa da pochi passi.

Nella ripresa Lippi fa uscire Maggio, Biondini e Candreva per Rossi, Galloppa e Cassani: prima assoluta in azzurro anche per il giocatore del Palermo. Al 10′ esce Criscito, al suo posto Bocchetti. La partita è vivace ma nessuna delle due squadre riesce a rendersi pericolosa, al 20′ Lippi fa entrare anche Palombo per Montolivo. In campo succede poco, così ci pensa Di Natale a deliziare il pubblico di Cesena con alcune giocate ad alto tasso tecnico. Al 77′ Camoranesi per Marchionni è l’ultimo cambio di Lippi. L’unico brivido della ripresa arriva nei minuti di recupero, ma Marchetti devia in angolo il colpo di testa di Wernbloom. L’Italia chiude con una vittoria il suo 2009, gli azzurri torneranno in campo a marzo 2010, a tre mesi dal mondiale in Sudafrica.