Surface Pro 3 è il nuovo tablet da 12 pollici che Microsoft ha progettato come un prodotto in grado di sostituire definitivamente i notebook: è basato su Windows 8.1 Pro, dispone di un design molto ricercato con chassis in lega di magnesio, pesa solo 798 grammi ed è anche più sottile del MacBook Air e del MacBook Pro di Apple. Non è solo ideale per l’intrattenimento digitale, ma anche e soprattutto per la produttività grazie agli accessori progettati per l’occasione, tra cui una type cover che permette di aggiungere tastiera + touchpad e un pennino stilo (la Surface Pen) ancora più preciso e con minor latenza. Sarà disponibile in Italia da agosto in 5 diverse configurazioni, con un prezzo di partenza pari a 819 euro, non di certo esiguo.

Con il Surface Pro 3, Microsoft ha voluto offrire più combinazioni CPU/RAM/SSD per dare maggiore scelta ai consumatori, in base al tipo di utilizzo. Rimane comunque invariata l’architettura (Haswell a 22 nanometri) e la tipologia di processori, tutti ULV (Ultra Low Voltage) e dual core. Cambiano invece frequenze di clock, TDP e scheda grafica integrata. Ecco un riepilogo delle cinque configurazioni:

  • Intel Core i3, RAM 4 GB, SSD 64 GB
  • Intel Core i5, RAM 4 GB, SSD 128 GB
  • Intel Core i5, RAM 8 GB, SSD 256 GB
  • Intel Core i7, RAM 8 GB, SSD 256 GB
  • Intel Core i7, RAM 8 GB, SSD 512 GB

Tutti i tablet integrano RAM di tipo LPDDR3, mentre la memoria flash è saldata sulla scheda madre. L’utente deve quindi valutare preventivamente la quantità di storage necessario. Lo spazio lasciato libero da Windows 8.1 Update è il seguente: 37 GB su 64 GB, 97 GB su 128 GB, 212 GB su 256 GB e 451 GB su 512 GB.
Come detto dovrebbe sbarcare in italia, per fine agosto e avremo così modo di capire se questo nuovo prodotto sarà in grado di rivoluzionare l’idea di tablet e pc, nonostante abbia un prezzo lancio di base non facilmente accessibile.