Michael Schumacher è uscito dal coma ed ha lasciato l’Ospedale di Grenoble, per continuare la riabilitazione al centro ospedaliero universitario di Vaud, a Losanna. Il bellissimo annuncio è stato dato con un comunicato ufficiale dalla famiglia, rilasciato dalla manager Sabine Kehm: “Michael ha lasciato l’Ospedale di Grenoble per continuare il suo lungo periodo di riabilitazione – si legge nella nota – Non è più in coma”. Le cinque parole più dolci che potessero arrivare in questo lunedì mattina.

“La famiglia ringrazia espressamente tutti i medici, infermieri, infermieri e terapisti di Grenoble, così come i primi soccorritori sulla scena, che hanno fatto un ottimo lavoro in questi primi mesi – prosegue il comunicato ufficiale – Il ringraziamento della famiglia va anche tutte le persone che hanno inviato a Michael tanti auguri, lo hanno certamente aiutato. Per il futuro, chiediamo la vostra comprensione: la prosecuzione della riabilitazione dovrà svolgersi lontano dal pubblico”.

Il sette volte campione del mondo era in coma dallo scorso 29 dicembre, quando ha avuto quel terribile incidente sugli sci, mentre era sulle piste francesi di Meribel. Da allora è iniziata la lunga battaglia del tedesco tra la vita e la morte: dal grandissimo pessimismo dei primi giorni, fino ad aumentare via via la speranza, con quel comunicato di fine gennaio sull’inizio del processo di risveglio ed i primi segnali di risveglio arrivati invece il 4 aprile. Ora la grande notizia, sperando possa tornare lo Schumi che tutti conosciamo.