AOE 3 è ambientato nel periodo che va dal 1500 fino al 1800 circa, ed è una evoluzione del secondo capitolo anche dal punto di vista dell’ambientazione storica. E’ l’età delle grandi scoperte geografiche nelle americhe, tempi in cui si tentava di colonizzare questi paesi ricchi di materie prime alleandosi con i nativi, o combattendoli. La campagna single player ci vedrà impersonare la famiglia Blake in tre generazioni differenti(il che implica che ogni generazione avrà a disposizione la tecnologia del suo tempo), alle prese con una misteriosa organizzazione detta Setta di Ossus, alla ricerca di qualcosa di incredibilmente prezioso nelle americhe. La trama è ben congegnata e lascia sempre la curiosità di vedere “cosa c’è dopo”, elemento tutt’altro che scontato nei videogiochi di oggi, nei casi in cui la sceneggiatura non è esattamente un’opera d’arte. La giocabilità del titolo è perfettamente in linea con i suoi predecessori, salvo alcune novità piuttosto gradite. La prima e più importante è l’introduzione della Città Madre; essa vi supporterà durante le vostre missioni inviandovi beni e servizi, a patto che le forniate esperienza, per farla accrescere di livello e introdurre nuovi benefici. L’esperienza si potrà ricavare distruggendo edifici o unità nemiche, producendo unità alleate, o facendo scambi commerciali tra una stazione e l’altra. Le stazioni commerciali potranno essere costruite in siti predefiniti, e commerceranno automaticamente tra loro facendo guadagnare esperienza ed abilità della vostra città madre. Alla fine di ogni missione, in base all’esperienza accumulata, potrete decidere quali nuove abilità o unità la città madre potrà spedirvi durante le vostre missioni. Sarà anche possibile personalizzare l’aspetto della vostra capitale, il che aggiunge anche un sano tocco artistico alla produzione. Gli eroi non possono essere eliminati e hanno la stessa funzione che avevano in Age of Mythology: sono unità con una forza superiore alla media e con “mosse speciali” particolarmente potenti o utili; hanno anche la facoltà di raccogliere i tesori sparsi per gli scenari e di “risvegliarsi”, qualora un’altra unità alleata gli si avvicini quando sono privi di sensi. Le materie prime saranno sempre le solite: legno, oro e cibo. Solo le ultime due sono virtualmente infinite, in quanto sarà possibile allestire piantagioni e mulini che lentamente rimpingueranno le scorte. In mare troverete anche, oltre ai soliti banchi di pesci, delle balene che forniranno oro anch’esse ai vostri pescherecci. Rispetto ai vecchi capitoli, inoltre, le unità sono molto meglio bilanciate. Non esistono infatti delle unità “universali”, ma ogni tipologia ha i suoi punti deboli. E’ importante perciò utilizzare eserciti il più possibile eterogenei, per non incorrere in sgradite sorprese. L’artiglieria da campo avrà un’importanza strategica rilevantissima, in quanto pochi cannoni ben piazzati possono avere ragione di eserciti sterminati di moschettieri.
Naturalmente è presente anche la modalità multiplayer, in cui potranno essere selezionate ben otto differenti fazioni.

download age of empires III 3 ita torrent scarica

:::->Scheda tecnica del Gioco<-:::

Dimensione: ~ 1.58 GB
Lingua: Full ita
Versione: 1.0
Genere: Strategia
Sviluppatore: Microsoft
Sito Ufficiale: Microsoft
Data di uscita: 18 novembre 2005
Anno: 2005

Requisiti Minimi: WindowsXP, un Pentium III ad 1.4 ghz, 256 mb di ram, una scheda video 3D con 64 mb on board, 620mb di Hard Disk, e DirectX 9c installate.

Di seguito il link per scaricare il gioco via torrent:Age_Of_Empires_3_Ita.torrent – 130 KB

Modalità di installazione:
-Montare l’immagine con alcohol o daemon tools
-Installare il gioco, optando per un installazione completa
-Serial Key DXR32-X44M7-CYTCX-P6H6P-97CPG
-Applicate la CURA, sostituendo il file originale con quello contenuto nella cartella Crack dell’immagine
-Giocate!