In questo articolo vedremo come ricavare lo spazio necessario per installare un altro sistema operativo (ad esempio Ubuntu) in dual boot con Windows 7 o con Windows Vista.

Per prima cosa aprite il “Pannello di Controllo” e successivamente cliccate su “Strumenti di Amministrazione”. A questo punto aprite “Gestione Computer” e nella finestra che vi si aprirà andate sul menù “Archiviazione” e cliccate su “Gestione disco”.
Comparirà una finestra che illustra lo stato del vostro hard disk. Generalmente, le partizioni già create dovrebbero essere suddivise in modo simile a come appaiono nello screenshot, che posto qui sotto.
creare facilmente una partizione su windows 7 vista per installare linux ubuntu
Come potete vedere, è presente una partizione o volume, chiamata “(C:)“, caratterizzata da un file di sistema di tipo “NTFS” e un volume chiamato “System Reserved“, anch’esso avente un file di sistema di tipo “NTFS”.

La partizione “(C:)“, contiene il sistema operativo (che nel nostro caso è Windows 7 o Windows Vista), mentre la seconda partizione, come dice anche il nome stesso, contiene dei file di sistema molto importanti, che non devono essere modificati per nessun motivo.

In alcuni casi, può anche essere presente una partizione chiamata “Recovery (D:)”. Non dovete modificare nemmeno questa partizione in quanto vi può servire per riportare il computer allo stato di fabbrica (quindi come appena comprato), nel caso un giorno aveste dei problemi e non siete molto esperti con il PC.
Individuate la partizione che contiene il sistema operativo Windows, indicata così “(C:)“. Nello screenshot che vi ho inserito precedentemente, è quella evidenziata in blu. Dopo averla trovata, cliccateci sopra una volta con il tasto sinistro del mouse in modo tale da evidenziarla. Ora, cliccateci sopra con il tasto destro del mouse e poi cliccate su “Riduci volume…“. Dopo qualche minuto di attesa, comparirà una finestra che vi illustra lo stato della partizione presa in considerazione.

In particolare, a voi interessa la voce “Spazio di riduzione disponibile in MB“. L’unità di misura utilizzata è il MB, quindi se vedete ad esempio un valore come 60.000, questo equivale in realtà a 60 GB. Dicevo che questo valore è importante perché vi permette di farvi un’idea di quanto spazio potete utilizzare per la partizione da dedicare a Ubuntu. Questo spazio, non può superare quello indicato dal campo “Spazio di riduzione disponibile in MB”.

Io vi consiglio di dedicare ad Ubuntu una partizione di (almeno) 18 GB perché in questo modo, non sarete troppo tirati con lo spazio e anche perché in seguito dovrò farvi una creare anche una partizione di swap. Vi spiegherò cos’è e come realizzarla nelle guide successive.

Come fare per creare questa partizione da 18 GB? Molto semplice! Sempre dalla finestra dove è presente la voce “Spazio di riduzione disponibile in MB”, individuate quella chiamata “Specificare la quantità di spazio da ridurre, in MB“. Nel campo corrispondente, inserite il valore “18000” e poi cliccate su “Riduci“. Se volete essere precisi e ottenere esattamente 18 GB di spazio libero, allora inserite il valore “18432“.

Dopo qualche secondo, la procedura verrà portata a termine e la finestra si chiuderà da sola.

Se ora guardate la schermata iniziale, quella da dove avete cliccato sulla partizione “(C:)” e guardate la rappresentazione grafica del vostro hard disk, noterete che si è formato un nuovo volume che, sotto la sua dimensione, riporta la scritta “Non allocata“.

A questo punto, chiudete anche questa finestra e riavviate il computer per portare a termine la procedura come si deve.

Nella partizione che avete creato, potrete installare un nuovo sistema operativo come ad esempio Ubuntu, di cui vedremo come fare in una successiva guida.
Spero che la guida sia stata sufficientemente chiara e utile a tutti voi. Se doveste avere dei problemi o dei dubbi, lasciate pure un commento. Cercherò di rispondervi il più velocemente possibile.