video integrale isis decapita cristiani etiopia libiaUn nuovo video dell’Isis minaccia i cristiani e mostra l’uccisione di cristiani etiopi rapiti in Libia con colpi di pistola e decapitazioni. Lo riferisce il Site, il sito americano di monitoraggio dell’estremismo islamico sul web. Il video ha il logo ufficiale del media dell’Isis, al-Furqan, e assomiglia ad altri video prodotti dal gruppo jihadista. Il video sembra mostrare l’uccisione di due gruppi di etiopi cristiani e spiega che uno dei due è nelle mani di affiliati dell’Isis nell’est della Libia e l’altro nel sud del Paese, ma non è chiaro chi siano i rapiti. Un miliziano a volto coperto fa un lunga dichiarazione prima delle immagini che mostrano l’uccisione di un gruppo di rapiti e la decapitazione dell’altro gruppo in una spiaggia.

Nel video si vede un gruppo di almeno sedici persone sgozzate sulla spiaggia e un gruppo di altre dodici uccise a colpi di arma da fuoco in una zona desertica.
Nel video, le vittime sono presentate come membri “della Chiesa etiope nemica”.
Il raccapricciante video è intitolato in inglese “Fino a quando giunse loro la prova evidente”, e si apre con un invito per i seguaci dell’Isis di prendere a bersaglio i cristiani. Il video in particolare individua i cristiani come i responsabili della morte dei musulmani di tutto il mondo, promettendo che i cristiani possono vivere in pace nello Stato Islamico se accettano la sharia e il pagamento di una tassa speciale ai governanti islamici. Il video mostra militanti Isis mentre distruggono chiese, arte popolare e simboli cristiani attraverso la Libia e le aree sotto controllo del Califfato.
Il video si conclude con un giovane uomo mascherato, con accento americano, in piedi dietro un gruppo di etiopi cristiani decapitati che rappresentano “La vendetta per il sangue versato dai cristiani musulmani”.

Ecco il video diffuso senza censura:

Your browser does not support the video tag.