L’azzurro Gregorio Paltrinieri ha vinto la medaglia d’oro nella gara dei 1500 stile libero dei Mondiali a Kazan. Secondo l’americano Jaeger.

gregorio paltrinieri oro 1500 stile libero mondiali nuoto kazar highlights

Sun Yang, ho deciso io forfait, ora check up cuore – “E’ la prima volta che mi succede una cosa del genere. Ho preso la decisione da solo, e poi ne ho parlato con il tecnico. Domani torno a casa, quindi farò un check up completo del cuore”. Sun Yang è comparso in pubblico a Kazan per ritirare il premio di miglior atleta uomo dei Mondiali di nuoto 2015 e ha spiegato così il suo forfait di oggi nella finale dei 1500 metri, vinta da Gregorio Paltrinieri. La Fina ha confermato di aver ricevuto, prima della gara, una comunicazione dallo staff della Cina in cui si diceva che il nuotatore aveva avvertito dei fastidi “nella zona del cuore”. Ma allora come si spiegano le dichiarazioni del ct del Brasile Albertinho che ha raccontato di uno scontro fra i suoi ragazzi (“gli sono andati addosso in quindici”) e Sun Yang dopo che questi aveva tentato di colpire una delle sue atlete, Larissa Oliveira? Sun Yang non ha risposto direttamente ma ha lasciato la parola a Lu Yifan, dirigente della delegazione cinese. “E’ stata una cosa da poco – ha detto Lu -, e il tecnico della Cina ha già chiesto scusa al collega del Brasile. C’è stato solo un piccolo problema durante la fase di riscaldamento, questa mattina, ma niente di serio, nessun problema. Non c’è alcuna relazione con ciò che è successo nel pomeriggio”.

Paradosso Paltrinieri, assenza Sun mi ha destabilizzato – “Una follia davvero, è il miglior termine per esprimere questa cosa, sono contentissimo: ero veramente morto, ma morto davvero”. E’ questo il commento a caldo, fatto dai microfoni di RaiSport, di Gregorio Paltrinieri dopo la vittoria nella gara dei 1500 sl dei Mondiali. “Sono partito non vedendo Sun Yang – dice ancora -. Non capivamo, e ci chiedevamo che fine avesse fatto. Questa cosa mi ha destabilizzato, non sapevo cosa fare. Sono entrato in acqua con mille dubbi in più, avevo il triplo della paura”. “La gara non è stata bella, ma sono contentissimo dell’oro mondiale ma potevo fare un tempo molto migliore – dice ancora Paltrinieri -. Non essendoci lui (Sun Yang ndr) mi sono detto che dovevo vincere per forza ed ero ancora più agitato. Non so cosa gli sia successo, ma non è stato bello”. “Scherzando ho detto a Connor (l’americano Jaeger, oggi argento ndr) ‘vedrai che non viene’ – aggiunge l’azzurro neocampione del mondo – e Sun non è arrivato sul serio. La sua assenza ha destabilizzato tutti. Era il nostro punto di riferimento, lui era quello su cui fare la gara, erano due giorni che avevo programmato la mia su di lui e mi sono ritrovato che dovevo vincere senza di lui. Comunque adesso è bellissimo, e torno a casa con la medaglia d’oro”.

Mondiali; Pansa, congratulazioni a Paltrinieri – “Esprimo le mie congratulazioni a Gregorio Paltrinieri per la medaglia d’oro conquistata e a tutti gli atleti delle Fiamme Oro per gli straordinari risultati conseguiti durante gli ultimi mondiali di nuoto che hanno permesso di offrire lustro all’Italia e alla Polizia di Stato”. Così il capo della Polizia Alessandro Pansa ha commentato la finale dei 1.500 metri vinta dall’atleta delle Fiamme Oro.

Ecco la sintesi dell’impresa di Gregorio Paltrinieri, oro ai Mondiali di Nuoto di Kazan: