trailer x-men apocalisse film 2016 hd wolverine

Bryan Singer, regista dell’atteso “X-Men: Apocalypse”, proietta la fine del mondo a ritroso nel tempo, fino al 1983, anno in cui è ambientato il cinecomic targato 20th Century Fox che chiuderà la seconda trilogia della saga mutante. Il film del regista de “I soliti Sospetti” è ambientato 10 anni dopo gli eventi di “X-Men: Giorni di un Futuro Passato” e annovera un villain d’eccezione: Apocalisse, leggendario mutante immortale a cui presta fisionomia e doti recitative l’Oscar Isaac di “A Proposito di Davis”. Il millenario semidio, risvegliatosi dal letargo atavico, desidera resettare la Terra, sterminando la razza umana con l’aiuto dei suoi 4 cavalieri: Psyloche (Olivia Munn), Arcangelo (Ben Hardy) e Tempesta (Alexandra Shipp), a cui si unirà Magneto, il signore dei metalli a cui presta il volto Michael Fassbender. Bryan Singer anticipa di un anno le tendenze distopiche di James Cameron (a sua volta ispiratosi al George Orwell di 36 anni prima), ponendo l’umanità sotto la minaccia non dei Terminator, bensì dei mutanti.

Il trailer di “X-Men: Apocalypse” mostra una giovane e sconvolta Jean Grey (Sophie Turner), che afferma di aver visto la fine del mondo. Viene tranquillizzata da Xavier (James McAvoy), il quale la rassicura dicendole che si è trattato solo di un incubo. Entra in scena anche Apocalisse (Oscar Isaac, che vedremo a breve in “Star Wars: Il Risveglio della Forza”), il quale esclama: “Tutto ciò che avete costruito cadrà e, dalla ceneri del mondo, ne costruiremo uno migliore”. I toni del film rispecchiano la politica esercitata dal regista Bryan Singer durante tutta la saga: atmosfere cupe, poco spazio per l’umorismo e caratterizzazioni dei personaggi decisamente dark. la saga degli “X-Men” è stata la prima a sviscerare al cinema tutta una serie di tematiche che i fumetti avevano sempre trattato: odio razziale, accettazione, fratellanza. Ora “X-Men: Apocalypse” si appresta a suggellare in modo epico quanto fatto finora dal regista di “Operazione Valchiria”, mettendo in scena l’Armageddon. Se in “Giorni di un Futuro Passato” erano le Sentinelle (cyborg killer) a gettare il mondo nel caos, qui è il più potente mutante di sempre a farlo, con l’ausilio di 4 cavalieri la cui funzione simbolica ed evocativa fa tornare in mente gli angeli sterminatori del giudizio universale (non a caso anche il regista Lucio Fulci intitolò “I Quattro dell’Apocalisse” un western crudo e censuratissimo con Tomas Milian).
Il trailer di “X-Men: Apocalypse” mette in luce tutta una serie di dinamiche createsi nell’intervallo di due lustri, a cominciare da un Magneto in crisi esistenziale. Vulnerabile e scosso, è avvicinato da Apocalisse, che intende servirsi di lui per annientare gli X-Men e la razza umana. Tra una Tempesta in versione Madonna alle prese con la svolta punk di metà anni ’80 (il ciuffo è lo stesso del videoclip “True Blue”) e un Charles Xavier alle prese con la calvizie, è Jennifer Lawrence a guidare la carica degli “X-Men”, invitando i giovani mutanti a combattere, perché “solo i più forti sopravvivono” e le debolezze non sono ammesse in battaglia. Un aiuto in più per Mystica & Co. potrebbe arrivare da Wolverine, combattente solitario con lo scheletro di adamantio e le fattezze di Hugh Jackman. È Logan il grande assente del trailer di “X-Men: Apocalypse”, così come Spider-Man lo è stato di “Captain America: Civil War”.
Ecco di seguito il trailer del Film “X-Men: Apocalypse” in uscita nelle sale a partire dalla fine di Maggio 2016:












Che ne pensate? Vi piace il trailer? Alla fine credete si cedrà Wolverine alla fine del film?